La basilica di San Zeno PDF

Recuperandoiltempo.it La basilica di San Zeno Image
Il complesso di San Zeno rappresenta uno dei principali fulcri della vita culturale, religiosa e artistica di Verona. Le progressive fortune di questo insediamento, che accolse una delle realtà benedettine più rilevanti del Nord Italia, si riflettono nella straordinaria quantità di opere d'arte e nelle complicate stratificazioni architettoniche succedutesi in più di un millennio di vita. La fase di maggiore sviluppo dell'abbazia si colloca fra l'XI e il XII secolo, quando furono integralmente riedificati il campanile, il corpo della basilica e il chiostro, secondo i modi del romanico: di questo periodo sono anche le opere di una dei principali artisti del momento, lo scultore Nicolò. Significative modifiche furono portate alla fabbrica fra XII e XIII secolo, con l'inserimento del rosone, ruota della fortuna, in facciata e con la costruzione della grande cripta in onore del santo patrono. L'ultima campagna di lavori si ebbe all'inizio del Trecento con la ricostruzione del chiostro e quindi, alla fine del secolo, con l'erezione del nuovo catino absidale. Proprio al centro del nuovo presbiterio, nel 1459 fu collocata la pala che l'abate Gregorio Correr commissionò a Andrea Mantegna.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
La basilica di San Zeno.pdf
DATA
2019
ISBN
9788883149894

Scarica l'e-book La basilica di San Zeno in formato pdf. L'autore del libro è Fabio Coden,Tiziana Franco. Buona lettura su recuperandoiltempo.it!

La Cattedrale di San Zeno a Pistoia è uno splendido edificio romanico nel cuore della città, che risale a prima dell'anno Mille e si affaccia su Piazza Duomo, una delle più belle della Toscana.. Secondo la tradizione la chiesa altomedievale sarebbe stata intitolata a San Martino, vescovo di Tours morto nel 397, e successivamente, sotto la dominazione longobarda, venne intitolata a San Zeno.

La Basilica è dedicata all'ottavo vescovo di Verona, Zeno, un santo di origine africana al quale viene attribuita la conversione delle popolazioni venete al cristianesimo.Si narra che abbia fatto anche numerosi miracoli, tra i quali non si può non ricordare quello avvenuto in occasione delle nozze tra Re Autieri e la principessa Teodolinda.