Quasi per caso PDF

Recuperandoiltempo.it Quasi per caso Image
Una città in rivolta. Un giovane ufficiale accusato di omicidio. Una corsa contro il tempo per salvarlo dalla fucilazione. «Il giovane piemontese stringeva la carabina e fissava stordito il cadavere, che se ne stava disteso su un mucchio di fogliame, con le braccia aperte e la bocca atteggiata a un beffardo sorriso. Come se nel prendere congedo dal mondo avesse finalmente realizzato di quale grande inganno era stato vittima. Come se volesse dire a chi restava: E ora tocca a voi. Anzi, tocca a te. Vediamo come riuscirai a cavartela, ragazzo, perché una cosa è certa: dalla mia morte non potranno che venirtene guai.» Reduce dalla disfatta di Novara, dove gli austriaci di Radetzky hanno stroncato il sogno di Carlo Alberto, il maggiore Emiliano Mercalli di Saint-Just torna a Torino per sposare la fidanzata Naide, una delle prime donne-medico d'Italia. Naide, però, è una patriota convinta, e mentre lui era sul campo di battaglia è corsa a Roma, dove Mazzini sta cambiando la Storia con il miracolo progressista della Repubblica Romana. Emiliano vorrebbe raggiungerla, e l'occasione gliela offre nientemeno che Cavour: bisogna trovare il giovane Aymone, compagno di bagordi di Vittorio Emanuele II, e riportarlo a Torino, dove lo aspetta un matrimonio di facciata voluto proprio dal neo-re. Purtroppo, Emiliano non fa in tempo ad arrivare che la situazione precipita. E mentre i francesi si preparano ad assaltare Roma, i reazionari pretendono a gran voce una condanna esemplare per il giovane venuto dal Piemonte a spargere sangue.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Quasi per caso.pdf
DATA
2019
ISBN
9788804717621

Scarica l'e-book Quasi per caso in formato pdf. L'autore del libro è Giancarlo De Cataldo. Buona lettura su recuperandoiltempo.it!

QUASI PER CASO LA MIA VITA IN POLIZIA E GLI ANNI DI PIOMBO. Silvestro Picchi, ispettore della Digos a Firenze negli anni Settanta, sfuggì per caso al piombo del terrorista nero Mario Tuti. Oggi ricorda in un volume la sua esperienza, dalla sparatoria di Querceta all'assalto di Prima Linea al carcere delle Murate.

15 invenzioni nate (quasi) per caso. I post-it sono stati scoperti grazie a un incidente, il cono gelato per una necessità, i cereali per una distrazione