Celebrare il Risorgimento. Collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915 PDF

Recuperandoiltempo.it Celebrare il Risorgimento. Collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915 Image
La celebrazione della storia risorgimentale a Torino viene ricostruita sul lungo periodo, facendo emergere le motivazioni che mossero i suoi diversi attori, a partire dagli uomini del re, impegnati nel sottolineare la lunga continuità della storia sabauda; dal ruolo degli artisti, primi narratori per le masse; dalla visione elitaria dei discendenti dei principali protagonisti; dall'ottica municipalistica degli animatori del museo civico, fino all'affermarsi, con la mostra storica del 1884, di una concezione nazionale e popolare, democratica e quarantottesca del processo di unificazione nazionale. La mostra torinese fu un evento fondamentale, che da un lato portò alla nascita dei musei di storia risorgimentale in altre città italiane, dall'altro pose le premesse per l'apertura, dopo un processo non privo di tensioni, alla Mole Antonelliana, nel 1908, del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, che segnò pure il definitivo affermarsi, anche in Italia, del museo di storia, divenuto parte integrante della cultura contemporanea.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Celebrare il Risorgimento. Collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915.pdf
DATA
2013
ISBN
9788843070336

Abbiamo conservato per te il libro Celebrare il Risorgimento. Collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915 dell'autore Silvano Montaldo in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web recuperandoiltempo.it in qualsiasi formato a te conveniente!

Celebrare il Risorgimento. Collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915 on Amazon.com. *FREE* shipping on qualifying offers.

- S. Montaldo, Celebrare il Risorgimento: collezionismo artistico e memorie familiari a Torino 1848-1915, Torino, Carocci, 2013 - P. Chiantera-Stutte. Von der Avantgarde zum Traditionalismus : die radikalen Futuristen im italienischen Faschismus von 1919 bis 1931, Frankfurt am Main, Campus, 2002