Leonardo Ricci e l'idea di spazio comunitario PDF

Recuperandoiltempo.it Leonardo Ricci e l'idea di spazio comunitario Image
Leonardo Ricci non è stato tanto un esponente della "scuola toscana" di architettura - il migliore della sua generazione, secondo Bruno Zevi. È stato anzitutto un grande irregolare della cultura italiana del secondo '900. Formatosi durante la II guerra mondiale all'interno di una cultura minoritaria e per molti versi radicale come quella valdese (che a Firenze contava personalità come Franco Fortini o Giovanni Klaus Koenig), nel dopoguerra sarà l'animatore di alcune esperienze sociali uniche come la comunità di Agàpe costruita facendo spaccare e trasportare le pietre a giovani ex partigiani e fascisti perché anche loro imparassero a ricostruirsi insieme; o quella di Riesi, in cui la forma costruita - pur notevolissima - è del tutto secondaria rispetto alla forma sociale di queste due piccole utopie realizzate analoghe solo ai kibbutz, ma poste agli estremi confini italiani (il Piemonte e la Sicilia occidentali). Ed è questa la chiave di lettura del saggio controcorrente con il quale Michele Costanzo riporta con forza l'idea di spazio comunitario all'attenzione di una cultura architettonica italiana smarrita di fronte alle trasformazioni conformiste del mondo globalizzato.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
Leonardo Ricci e l'idea di spazio comunitario.pdf
DATA
2010
ISBN
9788874623013

Leggi il libro Leonardo Ricci e l'idea di spazio comunitario PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su recuperandoiltempo.it e trova altri libri di Michele Costanzo!

Leonardo Ricci (Roma 8 giugno 1918 - Venezia 29 settembre 1994) Leonardo Ricci. Di origine franco-svizzera e di educazione valdese, Leonardo (Roma 8 giugno 1918 - Venezia 29 settembre 1994) è il secondo dei quattro figli di Giuditta de Giorgi e di Raniero Ricci, ingegnere.

Bibliografia . 1938 L. Grossato, "Leonardo Ricci", in "il Bò", n 5. C. Morro, "Leonardo Ricci", in « Revue moderne illustree des arts et de la vie », n 15. 1944 M. Cancogni, Il cimitero dei partigiani a Settignano, Firenze. 1945 G. Dorfles, "Rifare i ponti a Firenze", Illustrazione italiana, novembre. 1946 R. Chiarelli, "Urbanismo di due piccoli centri: Vicchio e Dicomano ...