I cantieri Barberis. Una storia italiana. Dallo Sciacchetrà alla Coppa America PDF

Recuperandoiltempo.it I cantieri Barberis. Una storia italiana. Dallo Sciacchetrà alla Coppa America Image
Un viaggio nel mondo della vela raccontato da un grande costruttore di barche spezzino. Giancarlo Barberis ripercorre dagli esordi la storia dei suoi cantieri, dalla progettazione dello Sciacchetrà all'esperienza nel mondo della Coppa America, fino a quella fatidica notte del 1987 in cui un incendio lì distrusse completamente. Per vent'anni i Cantieri Barberis hanno esportato l'arte navale italiana nel resto del mondo, hanno gettato le basi della moderna nautica da diporto ideando le prime barche a vela competitive in regata e comode in crociera e hanno contribuito a creare il modello di barca che, ancora oggi, va per la maggiore. Come in una vera e propria navigazione sospinta dal vento, l'autore segue un percorso attraverso le riviste dell'epoca, le esperienze di progettisti del calibro di Philippe Harlé, gli aneddoti sui primi stampi, passando da Azzurra e approdando al windsurf, sulle onde di una passione sfrenata, quella per lo sport e per il mare, e di una professionalità e di un'originalità che hanno fatto scuola sul piano internazionale.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE
I cantieri Barberis. Una storia italiana. Dallo Sciacchetrà alla Coppa America.pdf
DATA
2013
ISBN
9788842550716

Leggi il libro I cantieri Barberis. Una storia italiana. Dallo Sciacchetrà alla Coppa America PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su recuperandoiltempo.it e trova altri libri di Giancarlo Barberis!

Un viaggio nel mondo della vela raccontato da un grande costruttore di barche spezzino. Giancarlo Barberis ripercorre dagli esordi la storia dei suoi cantieri, dalla progettazione dello Sciacchetrà all'esperienza nel mondo della Coppa America, fino a quella fatidica notte del 1987 in cui un incendio lì distrusse completamente.

Una storia italiana Dallo Sciacchetrà alla Coppa America «Ogni barca uscita dai nostri cantieri era frutto di un lavoro intenso, di un coordinamento fra noi, i progettisti e tutta la manovalanza specializzata. Ogni barca ci regala ancora oggi intense emozioni, come fosse un figlio del quale abbiamo seguito con gioia, passo dopo passo, l'evoluzione.»